I.I.S. CARRARA • NOTTOLINI • BUSDRAGHI
Lucca

conferenza bullismo 1Oltre sessanta, dei seicento intervenuti, gli studenti dell’ITE “F. Carrara” che hanno partecipato, il 20 dicembre scorso, al convegno organizzato a Lucca, presso la chiesa di S. Francesco, sul tema del bullismo e del cyberbullismo. 

In un contesto che si è distinto per la presenza di numerose figure istituzionali di rilievo sul piano locale, nazionale ed internazionale, gli alunni della 3AA, 3RA e 3RB del “Carrara”, insieme ai compagni di altre scuole della provincia, hanno seguito per l’intera mattinata gli interventi che si sono succeduti sull’argomento, a partire dai dati relativi al Rapporto UNESCO “Behind the numbers: ending school violence and bullying”. conferenza bullismo 2

Dopo la lectio magistralis del prof. Pietro Pietrini, direttore della Scuola IMT Alti Studi di Lucca, dal titolo “La fragilità del bullo” -un’accurata analisi del problema condotta col prezioso apporto delle neuroscienze- hanno preso la parola Franco Bernabè, presidente della Commissione nazionale italiana per l’UNESCO, Stefania Giannini, vice direttore generale dell’UNESCO per l’Educazione, e Massimo Riccardo, ambasciatore italiano presso l’UNESCO (Parigi). 

Proprio a quest’ultimo si è rivolto Alessio Stelletti, della 3AA, per chiedergli un parere sulla possibilità di sviluppare nuovi sistemi di controllo tecnologico per combattere il bullismo da un lato e responsabilizzare i ragazzi dall’altro, mentre Aimen El Habry, della stessa classe, ha preferito porre il suo interrogativo a Donato Tramuto, autore del libro “Quando la vita ti ha asfaltato: come le avversità conducono al successo nella vita e nel lavoro”, per sapere quando e come egli abbia scoperto la vocazione per il rispetto dei diritti umani.

Interpellati sull’esperienza culturale vissuta, gli studenti ne hanno dato una giudizio complessivamente positivo, pur rilevando che l’attenzione alle problematiche dei “bulli”, se eccessiva, può mettere in ombra e sminuire il valore dell’intransigenza e della severità con le quali i comportamenti aggressivi vanno affrontati.

Marina Giannarini

(già pubblicato da "La Gazzetta di Lucca", "La Nazione" e "Lucca in Diretta"

 

 

Pubblicata il 02 gennaio 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.