I.I.S. CARRARA • NOTTOLINI • BUSDRAGHI
Lucca
"Il treno della memoria" 2019: il report degli indici di gradimento e i consigli degli studenti

TRENO DELLA MEMORIA 2019

Risultati del questionario di gradimento

 

Rispetto alle aspettative che avevi prima di frequentarlo, il progetto si è rivelato utile?

0% per niente

0% poco

17% abbastanza

62% molto

21% moltissimo

Ritieni che il numero degli incontri siano stati adeguati?

0% per niente

4% poco

32% abbastanza

47% molto

17% moltissimo

Frequentando questo progetto hai acquisito nuove conoscenze?

0% per niente

0% poco

13% abbastanza

42% molto

45% moltissimo

Gli argomenti trattati sono stati presentati dai docenti in modo chiaro?

0% per niente

2% poco

21% abbastanza

53% molto

24% moltissimo

Quanto sei soddisfatto del corso in generale?

0% per niente

0% poco

17% abbastanza

53% molto

30% moltissimo

Quanto pensi sia opportuno riproporre il progetto alle classi degli anni successivi?

0% per niente

0% poco

6% abbastanza

19% molto

75% moltissimo

 

 

Quali argomenti e/o attività svolte hanno suscitato in te maggiore attenzione?

- attività di laboratorio e di gruppo con video-lezioni ….…..…. 21%

- excursus storico (prof.ssa Mazzei) .....……………………….  19%

- argomento “pietre d'inciampo” …………..……….………….. 10%

- viaggio ………………………………………………….…  10%

- interventi individuali dei ragazzi……………………………….. 7%

- lettura brani ………………………………………………….…. 7%

Altri: lezione razzismi di ieri e di oggi; attività sul “lessico in tedesco”; approfondimento sui tipi di campi di concentramento, leggi razziali; elaborato finale.

 

 

Eventuali suggerimenti per l'organizzazione futura

- organizzare più visite guidate ad Auschwitz …………………….… 23%

- così come è stata organizzata ……………………………………..   16%

- aumentare il tempo per ogni incontro e il numero di incontri stessi ..13%

- sollecitare i ragazzi a frequentare questo tipo di corso ……………. 10%

- maggiore uso di video/immagini ……………………………………10%

Altri: indicazioni più chiare per i lavori di gruppo; ridurre l'introduzione storica, troppo teorica; utilizzare i “testimoni” del viaggio per conferenze a scuola; evitare strumentazioni inutili; maggiore interdisciplinarità; approfondire le lezioni su “razzismi di ieri e di oggi”; maggiore dialogo fra professori e alunni.

 

 


Pubblicata il 27 maggio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.