I.I.S. CARRARA • NOTTOLINI • BUSDRAGHI
Lucca
Giorno del Ricordo, Real Collegio: alunni del Carrara partecipano alla commemorazione

In due ondate successive, prima nel ‘43, poi nel ‘45, migliaia di Italiani residenti nella Venezia Giulia, nell’Istria e nella Dalmazia furono sterminati dall’esercito di Tito e dalla polizia politica iugoslava e gettati, spesso vivi, nelle foibe, profonde cavità naturali del terreno carsico, vittime di un periodo storico complesso che affonda le sue radici nell’eterogeneità etnica dell’area, nelle antiche rivalità fra i popoli ivi stanziati e nei trattati successivi alle due guerre mondiali.

Dal 2004, ogni 10 Febbraio viene ricordato il loro eccidio affinché non si dimentichino le efferatezze di cui è stato ed è capace l’essere umano. Quest’anno, fra le varie iniziative volte a commemorare i tragici eventi, una si è svolta, sabato 9, al Real Collegio, dove, fra il 1947 ed il 1956, vennero accolti più di 1.200 profughi istriani, fiumani e dalmati.

All’incontro, organizzato dal Comune e dalla Provincia di Lucca in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea, hanno partecipato, insieme alle autorità locali, anche gli alunni della classe 3AB del “Carrara” accompagnati dalla prof.ssa Elena Mazza.

Marina Giannarini


Pubblicata il 12 febbraio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.