I.I.S. CARRARA • NOTTOLINI • BUSDRAGHI
Lucca
A Pisa da Magritte e Duchamp

Le double secret” (1927), di René Magritte, nella fotografia, è il dipinto, circondato da luce soffusa, visibile ad una delle pareti del Palazzo Blu di Pisa dove, eccezionalmente, per la prima volta in Italia, è stata allestita dallo scorso Ottobre, grazie alla collaborazione italo-francese, la mostra “da MAGRITTE a DUCHAMP. 1929: il Grande Surrealismo dal Centre Pompidou”. Artefice della selezione delle opere, circa 150, fatte arrivare nella città toscana da Parigi, è stato Didier Ottinger, Directeur adjoint du Centre national d’art de culture Georges-Pompidou, Musée national d’art moderne della capitale. Molte le creazioni, esposte al pubblico, degli autori surrealisti più rappresentativi del ‘900: oltre a René Magritte e Marcel Duchamp, anche Salvador Dalì, Max Ernst, Giorgio De Chirico, Alberto Giacometti, Man Ray, Joan Mirò, Yves Tanguy e Pablo Picasso.

Gli alunni della 5RA del “Carrara”, accompagnati dal prof. Giuseppe Iandolo, hanno avuto il piacere di visitare la mostra il 12 Dicembre e la foto, ritrovata di recente, testimonia la magia di un istante destinato a rimanere nel tempo insieme alle emozioni che ha suscitato.

Marina Giannarini


Pubblicata il 05 febbraio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.