ITE "F. Carrara": genitori e figli a lezione di cybersecurity

 

In occasione del primo Open Day dell’anno scolastico 2018-19, l’Istituto Tecnico Economico “F. Carrara” ha aperto le sue porte ad alunni e genitori non solo per presentare i corsi in cui la scuola si articola, le attività che vi si svolgono e gli aspetti logistici che la caratterizzano, ma anche per condividere con i visitatori mezz’ora di lezione partecipata tenuta da docenti interni.

Sabato 17 Novembre è stato esaminato il caso di Cambridge Analytica, la società di consulenza britannica fondata nel 2013 da Steve Bannon e Robert Mercer che, impegnata nel 2016 nella campagna presidenziale di Donald Trump ed in quella della Brexit, è stata accusata nel marzo del 2018 di aver acquisito da Facebook, senza autorizzazione, i dati personali di 50 milioni di utenti. Il caso rimanda, dunque, al grande tema dei data breach, all’esigenza della cybersecurity e rientra in modo naturale fra le problematiche oggetto di studio in un Istituto, il “Carrara”, dove materie come il Diritto, l’Economia e l’Informatica sono ampiamente rappresentate. Nel corso della breve lezione, tenuta dal prof. Luca Lanzini, sono state individuate le procedure che rendono possibile la sottrazione e manipolazione dei dati personali e vagliate le responsabilità di Cambridge Analytica, di Facebook e di tutti noi, fruitori della rete e dei social network. Il docente ha, infine, dimostrato come la cybersecurity non solo costituisca, per la funzione che svolge, una valida difesa della privacy, ma anche un interessante sbocco professionale del domani. Genitori e figli, anche i più piccoli al seguito, hanno partecipato con entusiasmo all’incontro, trasformando quella che avrebbe potuto essere una lezione noiosa in un’interazione stimolante e, a tratti, davvero divertente.

Marina Giannarini

 

 


Pubblicata il 19 novembre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.