I.I.S. CARRARA • NOTTOLINI • BUSDRAGHI
Lucca
Lettera del Dirigente Scolastico

Riguardo le notizie pubblicate in merito al trasferimento provvisorio presso la sede dell’IT Carrara di alcune classi dell’Istituto Civitali, come dirigente scolastico voglio precisare che la situazione presenta degli aspetti non ancora definiti e con possibilità  di miglioramento rispetto al quadro originariamente prospettato. E’ mio precipuo compito di monitorare con la massima attenzione le condizioni di svolgimento delle attività didattiche ed assicuro che non accetterò soluzioni che facciano scendere la sicurezza e la qualità didattica a livelli insostenibili: come rappresentante legale della scuola presenterò esposti e denunce qualora ci fosse impedito di esercitare il servizio pubblico di istruzione, che corrisponde ad un diritto costituzionalmente tutelato! Questa scuola ha pianificato da diversi anni una riqualificazione degli spazi che ha comportato traslochi vari, in modo da consentire operazioni di cantiere che rendessero più sicuri e tecnologicamente avanzati gli ambienti, proprio per la sensibilità sui temi della sicurezza che il Carrara ha sempre avuto, anche prima che entrassi io qui in servizio. Purtroppo in altre scuole questa pianificazione non è stata fatta ed ora assistiamo al dramma di persone come noi, studenti, famiglie, colleghi del mondo della scuola, che di punto in bianco si trovano senza la loro propria sede e dispersi in condizioni quelle sì di precarietà ed insicurezza. E’ doveroso – se ancora questa Italia possiede un minimo di senso civico – mostrare una solidarietà fattiva e non solo di facciata, ospitando parte delle classi del Civitali. Vi sono d’altra parte da noi alcune aule che possono essere liberate, dal momento che erano oggetto di ristrutturazione e coinvolte nel complessivo trasloco del Nottolini presso la sede Carrara, trasferimento al momento sospeso. Queste aule potranno essere da subito riqualificate ed arricchite dai nuovi arredi del padiglione stadio. Ho anche intenzione di potenziare ogni aula di videoproiettore e casse sonore. Vi sono anche alcuni laboratori che, al mio occhio di dirigente, apparivano sottoutilizzati. Credo pertanto che vi sia la possibilità di stringerci un po’ mantenendo però quella ricchezza di attrezzature didattiche che il Carrara ha sempre avuto, più di tante altre scuole. Se dovesse essere necessaria una rotazione delle classi, questa avrà luogo solo se circoscritta e fatta con utilizzo pertinente di laboratori ed aule speciali: ho già elaborato una possibile forma di rotazione ed assicuro che non viene stravolta la didattica di nessuna classe! D’altronde abbiamo dovuto constatare lo scorso anno che anche tenendo una classe molte ore in un’aula ordinaria,  possono avvenire episodi di grave indisciplina e di demotivazione, per cui utilizzare in modo più intensivo laboratori ed aule speciali può invece essere l’occasione per aggiornare una didattica che non è più quella della sola lezione frontale.

Concludo ribadendo che come in passato abbiamo conciliato le difficoltà di spazi con l’innovazione didattica, anche adesso potremo continuare su questa strada, in attesa di poterci finalmente allargare già a partire dal completamento dei lavori sul lato ospedale. Come aspetti positivi previsti a breve termine abbiamo la riconsegna della palestra grande – riservata al nostro esclusivo utilizzo – con il riallaccio del riscaldamento della zona palestre e dell’aula gradinata; vi è poi la notizia che per il prossimo anno scolastico avremo a disposizione, per più ore del passato, un lettore madre lingua francese; infine già da settembre partiranno le attività PON pomeridiane di coinvolgimento degli studenti in attività di ripasso ed approfondimento, di miglioramento del metodo di studio, dei rapporti interpersonali e della motivazione alle scelte scolastiche e professionali. Certo, avremo qualche spazio in meno, specie all’esterno: ma sono convinto che gli studenti, i docenti e gli altri del personale non docente, siano capaci di trasformare le difficoltà in nuove opportunità, con l’orgoglio di fare qualcosa di socialmente importante per i loro compagni e colleghi del Civitali!

Il Dirigente Scolastico prof. Cesare Lazzari - Lucca, 26/07/2018


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.