Piccoli coltivatori crescono

Una quarantina di alunni dell’Agrario della quarta A e della quarta BB, insieme ai loro compagni della terza A, il 21 novembre, divisi in piccoli gruppi, hanno visitato tredici scuole del comune di Lucca che aderiscono al progetto “Orti in condotta”, mettendosi a disposizione delle insegnanti e delle loro classi. In particolare, gli alunni hanno parlato dell’importanza dei cereali nell’alimentazione umana e animale, hanno mostrato i semi, che in realtà sono frutti chiamati “cariossidi”, e le farine che si ottengono dalla loro macinazione, hanno preparato il terreno e provveduto alla semina insieme ai bambini più piccoli.

Queste attività sono state rese possibili grazie al kit di supporto alla campagna degli “orti in condotta” preparato dalla sezione educativa di Slow Food dedicata al tema dei “cereali”.

Per comprendere perché i cereali siano così importanti, basti ricordare che rappresentano gli alimenti base per la maggior parte della popolazione mondiale. Grazie alla facilità con cui si adattano ai diversi climi e ai diversi terreni, i cereali, e specialmente il frumento e il riso, forniscono ovunque un alimento altamente calorico, di basso costo e di facile conservazione. Inoltre, dalla loro lavorazione si ricavano prodotti come il pane, la pasta e altri alimenti di largo consumo quotidiano.

Il kit fornito da Slow Food conteneva, oltre ai semi di cinque varietà “antiche” di cereali (due varietà di grano tenero, due di grano duro e una di farro spelta), pacchi di farina e semola di grano duro e un diario di campagna in cui annotare le osservazioni giornaliere sull’ambiente e sull’orto.

Ora negli orti di molte scuole del comune stanno spuntando le prime piantine e, se tutto andrà bene, a giugno si potrà mietere il grano.

Le scuole del comune di Lucca coinvolte nel progetto sono: le Secondarie di I grado “D. Chelini” di S. Vito e “Leonardo da Vinci” di S. Concordio; le scuole primarie di S. Vito, di S. Donato, di Sorbano del Vescovo, di S. Pietro a Vico, di S. Michele di Moriano, di Monte S. Quirico e la scuola primaria “Pascoli” del centro storico; le scuole dell'Infanzia di Monte S. Quirico, di S. Vito, di Tempagnano e di Lucca centro “Il Giardino”.

Quest’anno si sono registrate nuove richieste (quelle delle scuole primarie di S. Concordio e di S. Angelo e delle scuole dell'infanzia di Mutigliano e “Rodari” di S. Anna) che potranno essere prese in considerazione nel corso dell'anno.

 

 

Alcuni momenti delle attività del 21 novembre

 

Foto di gruppo degli alunni nella scuola Primaria di San Pietro a Vico foto orti1
L'orto a quadretti di San Michele di Moriano  foto  orto 2

Infanzia di San Vito.

Si fanno osservare i semi ai bambini

 foto  orto 3
Scuola primaria di San Vito.  foto  orto 4

Cassone alla scuola dell'infanzia di Tempagnano

Il cassone appena seminato

 foto  orto 5

Scuola primaria di San Donato

Gli alunni spiegano ai bambini le caratteristiche del frumento

foto orto 7

Scuola primaria di San Donato

Gli alunni spiegano ai bambini le caratteristiche del frumento

 

foto orto 9
 

Scuola primaria di San Donato

Gli alunni spiegano ai bambini le caratteristiche del frumento

 

foto orto 10 

Scuola primaria di San Donato.

I semi dellle 5 varietà di frumento

 

foto orto 8
La busta con i semi di farro  foto orto 6

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.