Un’ “Industria 4.0” per gli studenti dell’ITE “F. Carrara”

Interagire con il territorio locale, aprirsi al mondo, usare in modo innovativo i processi informatici: queste le finalità che l’Istituto Tecnico Economico “F. Carrara” intende perseguire con le inedite proposte curricolari e progettuali che contraddistinguono la sua presenza nel panorama scolastico lucchese. Fra le varie iniziative, tre in particolare stanno suscitando l’interesse dell’opinione pubblica.

 La prima consiste in un progetto di “Alternanza scuola-lavoro” fra i più apprezzati dal MIUR in ambito regionale. Elaborato con l’Istituto “L. Nottolini” e l’Istituto “B. Busdraghi”, il progetto è significativo non solo per la qualità dell’integrazione tra i percorsi didattici ed il mercato del lavoro, ma anche per la collaborazione con il distretto industriale toscano Advanced Manufacturing 4.0, le associazioni di categoria (Camere di commercio, Confindustria, Confindustria Toscana Nord) e realtà economico-finanziarie, aziendali e formative come CISCO, Polo Tecnologico Lucchese, TRIO, Fondazione Cassa di Risparmio/piattaforma UIBI e CREA PB. La rivoluzione digitale nei processi produttivi, il controllo e l’amministrazione dei dati nell’Industria 4.0, la creazione del valore nell’era della quarta rivoluzione industriale, la cybersecurity, le strategie nel mercato globale (lean production, time to market, quality management system) e di gestione delle risorse umane, sono solo alcuni dei temi di pertinenza del “Carrara”, specie dell’articolazione “Amministrazione, Finanza e Marketing”, sui quali il progetto impegna tutti coloro, studenti in primis, che partecipano alla sua realizzazione.

La seconda iniziativa, di natura curricolare, riguarda l’articolazione “Relazioni Internazionali per il Marketing”, dove, essendo privilegiato l’aspetto comunicativo attraverso un accurato apprendimento delle lingue straniere (Francese, Inglese, Spagnolo e Tedesco), è già stato introdotto il percorso “Esabac Techno”. Nato pochi mesi fa a Firenze, esattamente il 6 maggio 2016, consente di ottenere sia il diploma italiano sia quello francese (il Baccalauréat technologique) offrendo, dunque, in simultanea, due titoli di studio spendibili in tutta Europa. Attualmente, sono quaranta gli Istituti che a livello nazionale hanno accolto l’ “Esabac Techno”, tre dei quali in Toscana.

Una novità interessante, infine, concerne l’articolazione “Sistemi Informativi Aziendali”, che da sempre pone al centro del suo interesse il sistema azienda colto soprattutto negli aspetti informatici che lo caratterizzano e nell’ambito del quale, pertanto, si acquisiscono competenze specifiche per utilizzare, adattare e realizzare software applicativi. Presto gli studenti saranno coinvolti in un progetto di robotica, ossia di programmazione di sistemi automatizzati, e verranno assistiti, attraverso visite e consulenze, dal CNR di Pontedera.

Più intensi ed articolati, a partire da quest’anno, anche i rapporti con le Camere di commercio toscane, sia per i seminari organizzati sull’imprenditorialità, sia per la gestione e la valutazione degli stage presso aziende e studi professionali.

A chi desiderasse informazioni più numerose e dettagliate, si ricorda che l’Istituto Tecnico Economico “F. Carrara” sarà aperto al pubblico VENERDI’ 13 GENNAIO dalle ore 17,00 alle ore 19,00, SABATO 14 GENNAIO dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e VENERDI’ 27 GENNAIO dalle ore 17,00 alle ore 19,00.

Marina Giannarini

                                                        (già pubblicato su "La Gazzetta di Lucca" e "LoSchermo")


Pubblicata il 24 gennaio 2017